• Federica

[BLOGTOUR] "Notti di terrore a Whitechapel" - Sulle tracce di Jack lo Squartatore di K. Maniscalco


Buongiorno lettori!

Oggi, dopo la recensione sulla trilogia di Kerri Maniscalco, in concomitanza dell'uscita dei tre libri parleremo di Jack lo Squartatore, protagonista del primo libro della tetralogia!

In collaborazione con la mia socia e amica Michela de La stanza dei libri abbiamo pensato un approfondimento fatto su misura su questo misterioso personaggio che ha seminato il terrore nella Londra di fine 1800.

QUI vi lascio anche la sua recensione.


Ma bando le ciance e ciancio alle bande iniziamo subito...!


Ringrazio la casa editrice per avermi dato modo di leggere questo titolo e The Enchanted Library, organizzatrice dell'evento.

Titolo: Sulle tracce di Jack lo Squartatore

Autrice: Kerri Maniscalco

Casa editrice: Mondadori

Data di uscita: 15 Settembre 2020

Pagine: 372

Prezzo: €20,00

ISBN: 9788804724056













È stata cresciuta per essere la perfetta dama dell’alta società vittoriana, ma Audrey Rose Wadsworth vede il proprio futuro in modo molto diverso. Dopo aver perso l’amatissima madre, è decisa a comprendere la natura della morte e i suoi meccanismi. Così abbandona l’ago da ricamo per impugnare un bisturi da autopsia, e in segreto inizia a studiare Medicina legale. Presto viene coinvolta nelle indagini sull’assassino seriale noto come Jack lo Squartatore e, con orrore, si rende conto che la ricerca di indizi la porta molto più vicina al suo mondo ovattato di quanto avrebbe mai creduto possibile.

Ispirato agli efferati crimini irrisolti che hanno insanguinato la Londra di fine Ottocento, lo strabiliante romanzo d’esordio di Kerri Maniscalco tesse un racconto ricco di atmosfera che intreccia bellezza e oscurità, in cui una ragazza vittoriana molto moderna scopre che non sempre i segreti che vengono sepolti lo rimangono per sempre.


Fsss-toc. Fsss-toc.

Questa onomatopea mi ha accompagnata, tenendo a braccetto la mia ansia, nella rivelazione più importante di "Sulle tracce di Jack lo Squartatore"; nonostante il mio bagaglio culturale sia pieno zeppo di titoli di genere giallo e io riesca a scoprire spesso il colpevole con il duro lavoro delle mie celluline grigie come insegna il buon Hercule Poirot, questa volta Kerri Maniscalco mi ha sorpresa notevolmente nonostante avessi qualche piccolo dubbio sull'identità del feroce assassino seriale. Ma non mi dilungherò oltre, è giusto che anche voi scopriate tutto piano piano come abbiamo fatto io e Michela.


Passiamo, invece, al vero Jack lo squartatore...


Credo che chiunque, al solo sentire il nome di Jack lo squartatore, "Jack the Ripper" in inglese, lo riconosca immediatamente anche solo per sentito dire, riconoscendogli, purtroppo, l'immortalità nella conoscenza di chiunque.

Il nome fu lui stesso ad assegnarselo in calce a una lettera recapitata dalla polizia durante il periodo delle uccisioni.

Questo serial killer, che ha seminato il terrore a Londra dal 31 Agosto 1888 con la prima vittima fino al Novembre del medesimo anno, conta cinque vittime accertate e circa dalle quattro alle sedici ipotetiche.

Le vittime destinate a una crudele fine imposta dagli intenti e per mano di Jack sono state tutte donne dalla vita difficile legata alla prostituzione e dalla morte ingiusta.


La prima donna, Mary Ann Nichols, quarantatré anni, fu ritrovata il 31 Agosto con un profondissimo taglio alla gola, così profondo da avvicinarsi notevolmente alla decapitazione, numerosissime ferite sull'addome inferte da una lama usata probabilmente di punta tanto da farle fuoriuscire l'intestino, e segni di lesioni da taglio anche sugli organi genitali.


Esattamente con questo lampante segno di brutalità ebbe inizio il regno del terrore dello squartatore. Nonostante le intensissime indagini non fu mai scoperta la sua identità: vi furono diversi indiziati ma non si riuscì mai a scoprire chi ha commesso questi atroci crimini. Si riuscì a comprenderne solo il modus operandi, il numero ipotetico e accertato di vittime e il quartiere, che ricordiamo essere Whitechapel.

Ricordiamo, in ordine, le vittime la cui morte è avvenuta di sicuro per mano di Jack lo squartatore: la già citata Mary Ann Nichols, Annie Chapman, Elizabeth Stride, Catherine Eddowes e Mary Jane Kelly, la più giovane e ultima vittima su cui l'assassino si è avventato con più brutalità e cattiveria.


A indagare sull'identità e sulla personalità dell'assassino fu Thomas Bond, un medico forense che assistette all'autopsia di Mary Jane Kelly, che come vi ho detto è stata la più giovane e più brutalmente assassinata tra tutte le povere donne vittime della lama impugnata da Jack.

Thomas descrisse l'assassino come un uomo di mezza età, imperturbabile e prestante ma dall'aspetto apparentemente innocuo. Probabilmente ben vestito e con spesso un mantello in modo da nascondere l'arma del delitto. Viene anche citato un comportamento collerico e misogino, motore che hanno spinto l'assassino a compiere quei terribili gesti per natura sessuale, pur non avendo mai trovato segni di violenza sessuale sulle vittime; inoltre è stato ipotizzato fosse affetto da ipersessualità e che non fosse assolutamente appartenente al campo medico vista l'imprecisione dei tagli inferti alle donne.


La valutazione di Bond fu poi ripresa da profiler moderni che ne rivalutarono alcuni aspetti: infatti l'età anagrafica, secondo questa teoria, si aggira tra i 28 e 36 anni. L'uomo presenta caratteristiche collegate a un'infanzia con una figura assente o passiva; inoltre viene fatto presente come potesse avere qualche deformazione fisica o malattia, portando un grande senso di rabbia e frustrazione. Infine, contraddicendo quanto detto da Thomas, è stato ipotizzato che l'assassinio potesse essere un assistente di un medico o un macellaio, così da poter sfogare le proprie frustrazioni non solo nell'ombra sulle vittime scelte, ma anche in maniera legale alla luce del sole.


Successivamente furono numerose le ipotesi che cercavano di collegare gli indiziati al nome di Jack lo squartatore ma, per quanto gli investigatori provassero avvicinarsi a risolvere il caso, mai nessuna teoria fu confermata definitivamente.


Intorno alla figura di questo famoso quanto misterioso assassino l'aura di mistero non si è mai dissipata e ha saputo dar vita a decine di produzioni che possiamo ricondurre alla televisioni, ai videogiochi, al grande schermo, alla letteratura, giochi da tavolo o, persino, escape room.



E voi avete mai approfondito la storia di questo misterioso e pericoloso uomo?! Sicuramente il nostro consiglio è quello di inforcare gli occhiali, qualora ne abbiate bisogno, e leggere il nuovo romanzo di Kerri Maniscalco che vi ricordiamo essere in uscita proprio oggi.

Vi ricordo, inoltre, che potete trovare gli articoli di approfondimento anche su Dracula sul blog di Lo scrigno delle letture e Houdini sul blog di Paranormal Books Lover, vi consiglio di dare un'occhiata in quanto sono personaggi tanto famosi quanto affascinanti.

Alla prossima lettura,

Federica.


15 visualizzazioni1 commento

©2019 di InfermieraNerd. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now