• Federica

[RECENSIONE] Barrage di Kohei Horikoshi

Aggiornato il: 5 giorni fa

Buon pomeriggio, lettori!

Oggi vedremo insieme il primo volume di "Barrage", miniserie composta da due volumi di Kohei Horikoshi, papà della famosissima serie My Hero Academia!


Titolo: Barrage

Volume: Primo

Autore: Kohei Horikoshi

Editore: Star Comics

Pagine: 192

Dimensione: 11,5x17,5

Stampa: b/n

Genere: Shonen

Prezzo: €4,50













Il pianeta Industria, su cui un tempo regnava la pace, dopo l’arrivo di varie fazioni aliene è diventato teatro di continue faide che vessano la popolazione, tanto da essere ormai chiamato “il mondo della guerra planetaria”. Un giorno Astro, un ragazzo di umili condizioni ma con un’enorme considerazione per il valore della famiglia, si imbatte in un misterioso individuo identico a lui. Sarà l’inizio di un’incredibile avventura che lo porterà a impegnarsi in prima linea per riportare la pace nel suo mondo!


Come sempre partiamo dal formato del volume: 11,5x17,5, in bianco e nero, non presenta sopraccoperta ed è rigidino durante la lettura rispetto ad Ariadne ma fondamentalmente mantiene il formato standard della Star Comics, come Yona la principessa scarlatta o One Piece.


La storia ha inizio con Astro, il nostro protagonista dal umili origini e orfano, che incontra un ragazzo dall'aspetto identico al suo: costui non è altro che il Principe Barrage, il figlio del Re. E cosa farà Astro quando scoprirà che è l'unico a poter attivare lo strumento reale, dimostrando così di essere il legittimo discendente del sovrano di Industria?


Sì perché Astro, ragazzo povero rimasto solo che vive in un orfanotrofio, ormai considera tutti coloro che vivono con lui la propria famiglia. Proprio questa famiglia che si è creato è il suo primo pensiero e con diligenza e perseveranza il suo obiettivo è quello di dargli da mangiare nonostante non abbia quasi nulla. Quando incontrerà il principe Barrage che proporrà uno scambio di ruoli vista la loro somiglianza inizierà la nostra storia...


Sinceramente leggendo la trama e andando avanti con la mia lettura è stato impossibile non accostare questa storia a "Il principe e il povero" di Twain del 1881 ma è qui che la mente di Horikoshi si distingue: getta sì le basi alla storia con questo incipit ma tira le fila per portare la storia a prendere risvolti quasi, passatemi il termine, drammatici e soprattutto con valori preponderanti come l'importanza della famiglia.

Ma dimenticatevi i cliché! Nonostante sia una storia fondamentalmente breve (e che intendo proseguire con il secondo volume), il papà di My Hero Academia non perde occasione per dimostrare quanto la sua firma sia unica nel suo genere: oltre ai disegni che trovo molto interessanti, il saper sviluppare e sviscerare una storia in soli due volumi discostandosi completamente da una delle più famose del proprio repertorio non è da tutti. La storia è una carezza al cuore, divertente e genuina e il tema principale è la famiglia, valore e legame che Astro farà presente durante tutto il volume.

Il fatto che mi dispiaccia che termina in soli due volumi è sinonimo di quanto effettivamente Horikoshi sia riuscito a rendere così bene i propri personaggi da permettermi di affezionarmici.


E' una lettura che, ovviamente, consiglio specie se si cerca qualcosa di non troppo impegnativo e breve ma il cui stile ricorda My Hero Academia pur discostandosene completamente nei contenuti.


Il mio voto è:


Assolutamente un 4,5/5 meritatissimo.


Alla prossima lettura,

Federica.



©2019 di InfermieraNerd. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now