• Federica

[RECENSIONE] "Cheshire Crossing - Alice, Dorothy e Wendy" di Andy Weir & Sarah Andersen

Buon pomeriggio, lettori!

Oggi ho il piacere di parlarvi di questa graphic novel nata dalla mente di Andy Weir e dalla matita di Sarah Andersen. In Italia è edita da Mondadori per la collana Oscar Ink e vi ricordo che il secondo volume è disponibile in tutte le librerie dal 17 Novembre!


Ringrazio la mia socia La stanza dei libri per avermi fatto compagnia durante questa lettura e la casa editrice per averci permesso di leggere il titolo in anteprima.

Titolo: Cheshire Crossing - Alice, Dorothy, Wendy

Autore: Andy Weir

Disegnatrice: Sarah Andersen

Casa editrice: Mondadori

Collana: Oscar Ink

Pagine: 128

Data d'uscita: 17 Novembre 2020

Prezzo: €20,00

ISBN: 978-8804723172












Sono passati anni da quando Alice, Dorothy e Wendy hanno compiuto i loro favolosi viaggi nel Paese delle Meraviglie, a Oz e sull'Isola-che-non-c'è. Ora eccole qui, ormai adolescenti, a Cheshire Crossing: una scuola molto speciale dove impareranno a gestire le loro straordinarie esperienze e il loro dono di attraversare mondi magici. Ma proprio non sanno starsene buone buone sedute al banco, e iniziano di nuovo ad attraversare le dimensioni, lasciandosi dietro una scia di caos completo. E se fosse solo un po' di confusione il problema, poco male. Il fatto è che, senza volerlo, fanno incontrare la malvagia Strega dell'Ovest e Capitan Uncino, unito ora in una coppia davvero diabolica. Per fermarli le tre ragazze dovranno fare ricorso a tutti i loro poteri e mettere insieme una squadra di improbabili alleati da tutto il multiverso! "Cheshire Crossing" è un viaggio vertiginoso, divertente e sconfinato attraverso i classici della letteratura e i loro mondi fantastici come non avete mai osato immaginarli.


Devo dirvi la verità: una graphic novel con protagoniste tre figure femminili, che mi hanno accompagnato nella mia infanzia attraverso le loro storie e ora in vesti da adolescenti, mi incuriosiva e spaventava allo stesso tempo; la curiosità scaturita da quella che è la trama rilasciata e da come Andy Weir aveva in mente di sviluppare la storia attraverso i disegni di Sarah Andersen, al contempo ero spaventata perché comunque il mio timore era che si uscisse out of character... Questo titolo avrà soddisfatto le mie aspettative?


Tre ragazze, tre storie diverse, unite da un istituto che decide di accoglierle e studiare la loro esperienza: Alice, Wendy e Dorothy entrano nel Cheshire Crossing per volere del dottore Rutherford, uno scienziato che porterà le tre adolescenti a scavare nel passato, nella loro esperienza rispettivamente nel Paese delle Meraviglie, l'Isola che non c'è e Oz, e prendere confidenza con il loro potere di andare in luoghi magici.

Fino a quel momento considerate ragazzine "complicate" e seguite da numerosi psichiatri, terapie e strutture che adottano metodi poco ortodossi, Alice, Dorothy e Wendy potrebbero intraprendere un viaggio alla scoperta di loro stesse sensazionale che, chissà, porterà anche a una bella amicizia tra loro tre.

Purtroppo, però, Alice non si fida in alcun modo delle parole del dottor Rutherford a causa delle sue esperienze pregresse nei manicomi e decide di fuggire da Cheshire Crossing; beccata in flagrante le viene un lampo di genio: indossa le scarpette rosse di Dorothy, batte i tacchi pensando ad Oz e... si ritrova proprio a Oz, trascinando con sé Wendy che stava cercando di fermarla.

E così iniziano le avventure delle tre ragazze... se non fosse che, inaspettatamente, Capitan Uncino e la Strega dell'Ovest hanno stretto una malvagia alleanza e sarà tutto nelle mani delle tre adolescenti per fermarli.


Devo dire che il ritrovarle da adolescenti mi ha sorpresa notevolmente in positivo: il cambiamento di Alice, ora indisponente e quasi scortese, Wendy che appare sempre mite e tranquilla e Dorothy che trasuda dolcezza e cordialità, creano secondo me un equilibrio perfetto nel trio protagonista.

L'ispirazione fedele alle fiabe tradizionali e proiettate in un futuro ipotetico, con tutto quello che le esperienze delle tre avrebbe potuto portare, come psicologi e terapie, mi è piaciuto tantissimo.


Secondo il mio modesto parere, i disegni della fumettista Sarah Andersen rendono piena giustizia alla storia creata da Andy Weir, semplici ma davvero ben fatti e che si sposano totalmente con la storia creata da quest'ultimo.

Non mancano, con mia grande gioia, i momenti in cui incontreremo nuovamente personaggi a noi noti e molto cari, segno che comunque c'è una grande ricerca da parte di Weir nel mantenere vivi e coerenti i mondi che conosciamo sin dall'infanzia.

Inoltre, è presente qualche sfumatura romantica che di certo non mi è dispiaciuta, umanizzando quelli che sono i cattivi di questa storia che, pur avendo cattive intenzioni, sanno riservare il proprio cuore per sentimenti nobili.


E' un titolo che si legge con grande facilità e velocemente, ovviamente per poterla apprezzare appieno vi consiglio di acquistare l'edizione cartacea o di leggerla sul tablet, per poter cogliere ogni più piccola sfumatura di ogni tavola.

Visto che siamo nel periodo di Natale vi posso assicurare che è un regalo perfetto per grandi e piccini, per coloro che amano le fiabe e per coloro che hanno sempre sognato di farsi un giro a Oz, sull'Isola che non c'è o nel Paese delle Meraviglie.




99 visualizzazioni0 commenti
 

©2019 di InfermieraNerd. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now