• Federica

[RECENSIONE] "Good luck girls" di Charlotte Nicole Davis

Buongiorno lettori! Oggi vorrei parlarvi di questo nuovo titolo pieno di girl power di casa Rizzoli, che ringrazio per la copia omaggio.

Sto parlando di, come potete vedere dal titolo, "Good Luck girls" di Charlotte Nicole Davis, che è, tra l'altro, il suo romanzo d'esordio!

Ma andiamo per gradi.


Titolo: Good luck girls

Autrice: Charlotte Nicole Davis

Casa Editrice: Rizzoli

Pagine: 416

Formato: Rilegato

Data di uscita: 16 Giugno 2020

Prezzo: € 19,00
















Le chiamano ragazze della Buona Fortuna, ma tutti ad Arketta sanno che quelle ragazze sono tutto tranne che fortunate: vendute ancora bambine a una “casa di benvenuto”, marchiate con un tatuaggio maledetto e intrappolate in una vita che non avrebbero mai scelto. Quando una di loro uccide accidentalmente un uomo per legittima difesa, fuggono in cinque dalla casa di benvenuto e intraprendono un viaggio pericoloso e impossibile alla ricerca della libertà, della giustizia e della vendetta, in un mondo che ha negato loro ogni diritto. Inseguite dai poteri più corrotti e malvagi di Arketta, la loro unica speranza è riposta in una storia della buonanotte tramandata da una ragazza della Buona Fortuna all’altra, una storia a cui solo le più giovani e disperate tra loro sono disposte a credere. Perché possano sopravvivere, non basterà la buona fortuna. Servirà tutta la forza della loro amicizia.


Il romanzo d'esordio della Davis si apre con la visione di una delle più rinomate Case della Buona Fortuna di Mama Fleur. Qui, sotto l'ala di quest'ultima, ci sono due gruppi di ragazze: le più piccole, under 16, sono le Ragazze di Mattina, che si occupano delle faccende domestiche; le più grandi, invece, sono le Ragazze di Sera e, data la loro importanza, tutte le ragazzine non vedono l'ora di farne parte.

Infatti le bambine sognano ogni giorno il loro sedicesimo compleanno per entrare a piè pari nel secondo gruppo, divenendo a pieno titolo le Ragazze della Buona Fortuna o Good Luck Girls, come dice il titolo.

Quello che non sanno, però, è tutto il marcio che si nasconde dietro ai privilegi offerti alle ragazze di Mama Fleur e soprattutto come le viene imposto di ripagarla. In un contesto corrotto, fatto di droga, sesso, uomini poco raccomandabili e, se vogliamo, corruzione, le nostre protagoniste dovranno farsi forza a vicenda e correre verso la libertà.

Riusciranno a diventare donne libere, togliendosi da dosso un marchio che le rende riconoscibili ai loro aguzzini? Cosa dovranno sacrificare per la loro libertà?


Alla base di questa storia che sembra urlare "girl power!" ad ogni pagina, ci sono ben cinque protagoniste che imparerete ad apprezzare tanto: Aster, Tansy, Violet, Mallow e Clementine. Ognuna con le proprie particolarità, sapranno sia imparare a fidarsi l'una dell'altra, sia a lottare con le unghie e con i denti per essere se stesse, senza alcuna imposizione, libere.


Ho apprezzato anche come l'autrice sia riuscita a parlare degli spiriti in questo romanzo, che possiamo suddividere in tre categorie: i serafanti, cioè spiriti buoni che proteggono e guidano i vivi; la loro controparte, i  vendicanti, esseri cattivi che rincorrono e uccidono gli esseri umani; infine, ma non per importanza, i rimanenti, esseri che non riescono ad accettare la loro morte e oltrepassare il velo.


Se visto da fuori questo romanzo, il primo di una serie, può sembrare un potpourri di generi: troviamo il fantasy, il distopico, romance, historical fiction, qualche pizzico di tematica LGBT e ancora western... La bravura della Davis sta proprio nell'esser riuscita a mescolare tutto in maniera perfetta.


Il worldbulding è ben costruito, non riuscivo a staccare gli occhi dal libro. L'incipit sa essere accattivante e sa prendere per la gola il lettore che, curioso, non può non leggere tutto d'un fiato questo romanzo.

Alcune scene non sono state facili da leggere, ma sicuramente non deve essere motivo per non continuare la lettura di un romanzo che merita di esser conosciuto e letto.

Questo libro sa insegnarci tanto: il coraggio di dire "no" e ribellarsi, di essere se stesse, di non vergognarsi delle proprie cicatrici perché è parte di noi e hanno contribuito a creare ciò che siamo oggi. Per ultimo, ma non per importanza, una volta girata l'ultima pagina mi sono resa conto quanto una parola o un'azione possano effettivamente influire sul rapporto con gli altri e quanto le conseguenze possano pesare anche su chi ci sta intorno.


E' un romanzo che consiglio caldamente, che sa coinvolgere e che sa tenere il lettore sul filo del rasoio. Il finale l'ho apprezzato ma sicuramente non aspetto altro che leggere il secondo volume per scoprire come l'autrice abbia mescolato le carte.


Il mio voto è:


4/5 con la speranza di poter leggere presto il sequel. E voi? Lo inserirete in wishlist? 



Charlotte Nicole Davis è cresciuta alle porte di Kansas City, cuore del vecchio leggendario West. Si è diplomata alla New School’s Writing for Children M.F.A. Program e oggi vive a Brooklyn, insieme a un gatto dalla coda storta. Good Luck Girls è il suo primo romanzo.www.charlottenicoledavis.com www.instagram.com/cndwrites twitter.com/cndwrites


Alla prossima lettura!

Federica.



0 visualizzazioni

©2019 di InfermieraNerd. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now