• Federica

[RECENSIONE] "Il grande libro dei gialli di Natale" a cura di Otto Penzler


Buonasera lettori!

Oggi daremo un'occhiata a una raccolta di racconti gialli e intrisi di mistero in una splendida edizione per Mondadori nella collana Oscar Draghi.

La suddetta raccolta, intitolata "Il grande libro dei gialli di Natale" è già disponibile in libreria e negli store online dal 24 Novembre.


Ringrazio l'organizzatrice Nia di Cronache di Lettrici Accanite per aver organizzato l'evento e Mondadori Oscar per avermi dato la possibilità di leggere il titolo. Vi ricordo che l'omaggio non influisce in alcun modo sul mio giudizio da lettrice.

Titolo: Il grande libro dei gialli di Natale

A cura di: Otto Penzler

Casa editrice: Mondadori

Collana: Oscar Draghi

Pagine: 840

Data d'uscita: 24 Novembre 2020

Prezzo: 25,00€

ISBN: 9788804727972












Da Agatha Christie a Ellery Queen, fino ad Arthur Conan Doyle, ma anche Ed McBain o R.L. Stevenson e tantissimi altri, i più grandi giallisti (e non solo) si sono misurati volentieri con il tema natalizio, in tante declinazioni diverse. Questo volume, dalla veste editoriale preziosa ed elegante, ne raccoglie decine, per esplorare le diverse sfumature della festa più amata, da quelle tradizionali a quelle insolite e divertenti, fino a quelle più sconcertanti e spaventose, e persino vagamente trash.


In una raccolta dai tipici colori natalizi, come rosso, verde e oro, vi è un interessantissimo potpourri di autori che formano una rosa variegata e suddivisa in numerose macro-categorie: Un piccolo Natale tradizionale, Un piccolo Natale buffo, Un piccolo Natale sherlockiano, Un piccolo Natale pulp, Un piccolo Natale occulto, Un piccolo Natale spaventoso, Un piccolo Natale sorprendente, Un piccolo Natale moderno, Un piccolo Natale sconcertante, Un piccolo Natale classico.


La mia valutazione verte solo su una piccola parte di questo titolo visto che, con le colleghe che hanno partecipato a questo evento, ci siamo divise i racconti da leggere.

L'intera edizione è curata da Otto Penzler, di cui ho avuto il piacere di constatare la bravura e attenzione per i dettagli grazie a "Il grande libro dei racconti di Sherlock Holmes".

Lo stesso Penzler si occupa dell'introduzione, che ho trovato essere non solo intelligente e divertente, ma anche molto interessante.

Non occorre essere filosofi per osservare che il Natale è il momento più lieto dell’anno per tutti quanti tranne i musoni più scostanti, quelli che sostengono di non vedere l’ora che le feste passino perché detestano l’allegria forzosa (per loro), gli aspetti religiosi della celebrazione della nascita di Gesù (pur non essendoci riferimenti biblici o altre fonti a comprovare che Gesù sia nato effettivamente il 25 dicembre), o il consumismo sfrenato di regali e cenoni. Quei bastian contrari apprezzeranno questo libro.

Tra autori più o meno conosciuti, accumunati tutti dallo stesso genere, sicuramente vi è una varietà che sa soddisfare i palati di tutti i lettori.

I racconti che ho letto, più o meno brevi, devo dire che mi sono piaciuti tutti. Sarà che il genere mi piace da che ho memoria, ma la mia attenzione non è mai calata.

Certo, sono stata anche fortunata avendo avuto la fortuna di leggere un racconto di Arthur Conan Doyle dal nome "L'avventura del carbonchio azzurro", lungo poco meno di venti pagine, e un racconto con protagonista Holmes stesso di Peter Todd chiamato "Il caso natalizio di Herlock Sholmes".

Prima di ogni racconto vi è una breve ma interessante focus sull'autore, e sono entusiasta di questa scelta, proprio come in "Il grande libro dei racconti di Sherlock Holmes".


Dimenticate le canzoncine natalizie, lo spirito di questa festa e gli addobbi e lasciatevi travolgere dal mistero e da questi racconti intriganti. Una delle cose positive di questa raccolta è che si può benissimo aprire il volume a caso, leggere un paio di racconti che sono completamente stand-alone, farsi travolgere dall'aria investigativa miscelata a quella natalizia, e richiuderlo.

Il mondo sta vivendo un periodo difficile, sappiamo che non sarà un Natale come sempre, quindi perché non inforcare un paio di occhiali, aprire questa raccolta, e leggere un bel racconto?!



12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
 

©2019 di InfermieraNerd. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now