• Federica

[RECENSIONE] "La nave degli schiavi" (La saga dei pirati #2) di James L. Nelson


Buongiorno lettori!

Oggi continuiamo questo viaggio su "La Saga dei Pirati" di James L. Nelson dopo la recensione del primo volume!

Avrò apprezzato anche questo secondo romanzo?


Ringrazio la casa editrice per avermi dato modo di leggere questo titolo e Io resto qui a leggere, organizzatrice dell'evento.

Titolo: Il Pirata

Serie: La Saga dei Pirati #1

Autore: James L. Nelson

Casa editrice: Oscar Mondadori

Data di uscita: 4 Agosto 2020

Pagine totali: 1020

Prezzo: €22,00















Virginia, 1701. È questo il luogo ideale per il ricco Thomas Marlowe, desideroso di lasciarsi il passato alle spalle e insediarsi nella buona società locale, composta soprattutto di latifondisti e coltivatori di tabacco. A tal fine acquista, pagando in contanti con cinquemila sterline d’oro e d’argento, la piantagione della vedova Tinling. Ma la vita di terra non fa per lui e il suo non può essere un tranquillo buen retiro: con l’aiuto di un manipolo di fedeli compagni rimette in sesto la Plymouth Prize, un decrepito vascello, e con essa inizia una vittoriosa guerra contro i pirati.

Ma se Marlowe riesce a sconfiggere con facilità i Fratelli della costa è perché li conosce bene. Bene come solo uno di loro potrebbe. Anch’egli, infatti, un tempo era un bucaniere, ma ora ha deciso di dimenticare quel passato. Solo che, a volte, è il passato che non vuole farsi dimenticare….

Incapace di resistere al richiamo del mare e dell’avventura, Marlowe si troverà così nuovamente a solcare gli oceani, ancora una volta trascinato nella lotta per proteggere, con audacia e astuzia, quanto di più prezioso possiede, nella resa dei conti con amici e nemici della vita di un tempo impossibile da ignorare.

E' stato un piacere, dopo la lettura del primo volume, tornare al fianco di Thomas Marlowe: ora è sposato e innamorato della sua Elizabeth che con mia somma gioia trova spazio in questo secondo romanzo.

Fa il suo ingresso in scena Frederick Dunmore, contrariato e incapace di accettare il fatto che Marlowe abbia liberato i suoi schiavi.

Inoltre King James si macchia di un terribile omicidio e si trova costretto a fuggire da un nefasto destino: Thomas Marlowe dovrà, quindi, inseguirlo nonostante si senta diviso e combattuto tra l'amicizia che lo lega al fuggitivo e il senso innato di giustizia.

Gli equilibri che si sono venuti a creare si spezzeranno irrimediabilmente?


Questo secondo romanzo, secondo me, soffre per metà della "sindrome di mezzo": sebbene alcune parti io le abbia trovate un po' lente, gravitando su tre punti di vista, che ricordo essere quello di Marlowe, di Elizabeth e King James, altre le ho lette con notevole interesse.

Inoltre credo sia giusto farvi presente che la parte basata su King James l'ho trovata un po' noiosetta mentre le scene lette dal punto di vista della signora Marlowe le ho adorate: non capita spesso di leggere ciò che succede a una moglie che vede sempre il marito partire, o comunque venire a conoscenza di come si vive con un senso di solitudine e in apprensione per la propria metà.

Però, in entrambi i punti di vista diversi da quello di Thomas, è possibile incontrare e apprezzare nuovi personaggi che entrano in punta di piedi, o quasi, a far parte della storia.


Come vi ho accennato nella recensione del primo volume ho sempre amato le storie riguardanti i pirati e trovo Nelson bravo a descriverne le vicende: nonostante questo, come accennato, questo romanzo perde un po' di interesse ma ci sta visto e considerato che è un volume di transizione e mi aspetto molto dal terzo e ultimo volume della trilogia della saga dei pirati.

Nonostante quanto detto, però, mi è piaciuto notevolmente di più rispetto al primo volume, vista la presenza di colpi di scena inaspettati e soprattutto per il punto di vista di Elizabeth di cui vi ho accennato prima: se in "Il pirata" la donna ha avuto una parte abbastanza marginale e di poco conto, qui le si lascia più spazio ed è stata una scelta dell'autore che ho molto apprezzato.


La lettura tutto sommato è stata piacevole e sicuramente non vedo l'ora di leggere e parlarvi del terzo titolo racchiuso in questa saga. E' una lettura che consiglio.

Il mio voto è:


Il 21 Settembre vi dirò cosa penso del terzo titolo de "La Saga dei Pirati"!


Alla prossima lettura,

Federica.




17 visualizzazioni

©2019 di InfermieraNerd. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now