• Federica

[RECENSIONE] "Per chi vive sulle Tartarughe" di Leonardo Mercadante

Buongiorno lettori!

Oggi ho il piacere di parlarvi di questo titolo che mi è entrato nel cuore e che mi è piaciuto tantissimo.

Vorrei ringraziare l'autore per avermene proposto la lettura, mi ha lasciato scoprire un titolo che ho apprezzato davvero tantissimo.


Titolo: Per chi vive sulle Tartarughe

Autore: Leonardo Mercadante

Casa editrice: Edizioni Smasher

Data d'uscita: 22 Ottobre 2019

Pagine: 256

Prezzo: €12,00













"Com'è fatto il mondo?" Le risposte di un bambino diventano un universo popolato da strani animali, umani magici, tartarughe e altri animali parlanti. Dino ha cinque anni e va alla scuola materna. Ha un'amica di nome Greta, un pappagallo di peluche come confidente, più di una maestra imbrogliona e due genitori che non vanno molto d'accordo. La mamma viene da un paese lontano. Lei è presente, il padre quando se ne ricorda. Dino spera che le sue domande lo aiutino a capire il mondo, ma nel mondo degli adulti sembra che ci siano pochi spazi per lui. Entra così in un mondo parallelo dove La Ditta vuole liberare le persone dalle loro preoccupazioni. Ma le preoccupazioni "rendono vivi", creano legami. A combattere La Ditta ci sono personaggi fantastici come Vinicio dal cappello magico e il pancione confortevole, Matilda, La Tartaruga Grande e quella Piccola, i ricci e tanti altri. E così, attraverso metafore e fantasie, vengono affrontati discorsi importanti ma che tutti possono capire: bambini e adulti. "Per chi vive sulle tartarughe" è una grande metafora sull'umanità e sul controllo che certi poteri esercitano su di noi, amplificando questioni che sono tutt'altro che "immaginarie".


Dino, bambino molto sveglio di cinque anni, si pone domande importanti, tendenzialmente possiamo definirle esistenziali, ed è alla ricerca di risposte che lo porteranno a vivere incredibili avventure in un mondo immaginario dominato dalla "Ditta".


Sinceramente quando ho deciso di accettare la collaborazione e leggere questo titolo non sapevo proprio cosa aspettarmi... Ne sono rimasta sinceramente colpita.

Attraverso metafore e battute, l'autore Leonardo Mercadante non solo mi ha portata a rispolverare gli angoli più reconditi della mia fantasia, lasciandomi viaggiare al fianco di Dino, ma anche a porre particolare attenzione su quelli che sono i problemi che noi tutti ci troviamo ad affrontare ogni giorno.


La prosa, leggera e accattivante, sembra quasi scivolare tra le pagine: questo titolo si legge talmente velocemente che nemmeno vi renderete conto di essere praticamente alla fine. La storia di Dino conquista il lettore in pochissime righe ed è un pregio che riconosco all'autore: se esistesse questo bimbo, lo stringerei fortissimissimo.

Sì perché Dino, nella sua innocente, lascia intendere soprattutto come gli adulti badino poco a lui, alle sue domande, alla sua curiosità o semplice desiderio di attenzione; tuttavia questo bambino lascia anche scoprire al lettore i sentimenti che prendono spazio nel suo cuore, primo tra tutti la curiosità che contraddistingue il piccoletto di cinque anni.


Questo libro è letteralmente un'esplosione di fantasia e di riflessione che mai mi sarei aspettata e sono certa che lo rileggerò più avanti. Un titolo che mi è rimasto nel cuore nella sua semplicità, fatta di metafore, battute e innocenza infantile.


E' un romanzo per ragazzi che consiglio caldamente sia a piccoli che grandi. Sono certa che Dino e le sue avventure insieme a personaggi fantastici come Vinicio, Matilda, Tartaruga grande, Tartaruga piccola e tanti altri, sapranno conquistarvi.

Ringrazio l'autore per avermi fornito la copia cartacea. Vi ricordo che l'omaggio non influisce in alcun modo sul mio giudizio da lettrice.




82 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
 

©2019 di InfermieraNerd. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now