• Federica

[RECENSIONE] "Poirot e la strage degli innocenti" di Agatha Christie

Buonasera lettori!

Oggi termina, per me, la partecipazione dell'evento dalla durata di un anno sui capolavori di Agatha Christie: mi sono resa conto che è un impegno che non riuscirei a rispettare, un po' per via della sessione e degli altri libri che devo leggere, un po' perché sebbene io ami l'autrice e Poirot in particolare, mi rendo conto che devo "prenderli a piccole dosi" o finisce per stancarmi.


Titolo: Poirot e la strage degli innocenti

Autrice: Agatha Christie

Casa editrice: Oscar Mondadori

Pagine: 277

ISBN: 978-8804679356

Prezzo: €12,00















A Woodleigh Common i ragazzi stanno festeggiando Halloween quando viene fatta una scoperta agghiacciante: la tredicenne Joyce è stata assassinata. La giallista Ariadne Oliver, presente al party, si precipita dall'amico Poirot e lo convince a interessarsi del caso: Joyce, infatti, poco prima della morte, si era vantata di aver assistito a un omicidio, ma nessuno le aveva creduto. Possibile che invece la ragazza, conosciuta per essere un gran bugiarda, avesse detto la verità? E che il colpevole abbia deciso di chiuderle la bocca per sempre?


Il romanzo si apre con la storia ambientata nel periodo di Halloween, praticamente perfetto da leggere in questo periodo dell'anno.

Solo che, ovviamente, non va tutto come previsto: durante una festa in quel di Woodleigh Common una ragazzina di tredici anni di nome Joyce viene trovata senza vita. Fa la sua entrata in scena Poirot, il nostro amato detective, che si interessa al caso. Ce la faranno Hercule e le sue cellulite grigie a risolverlo?


Per me è stata una rilettura però devo dire che riesce a prendermi, sebbene le perplessità date dal mio interrompere la partecipazione all'evento che hanno un po' smorzato l'entusiasmo. Perché, come vi anticipavo, devo "gustarmi" le storie della Christie poco alla volta. Sicuramente, e su questo non ci piove, la genialità di questa donna è una certezza.


L'investigazione del belga l'ho trovata appagante e gli indizi disseminati qui e lì dall'autrice permettono al lettore di investigare appassionatamente al fianco di Poirot stesso.

Nulla appare poi così scontato ed è proprio questo che mi piace dell'autrice.


Anche se, sinceramente, se dovessi consigliare un romanzo per capire la genialità della Christie punterei sicuramente su "Assassinio sull'Orient Express".





2 visualizzazioni0 commenti
 

©2019 di InfermieraNerd. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now